"Non fu violenza": giovane assolto dopo settimane agli arresti domiciliari

“Non fu violenza”: giovane assolto dopo settimane agli arresti domiciliari

Era stato arrestato, tenuto ai domiciliari per settimane, tanto da rischiare il posto di lavoro. E ora è stato assolto dalla pesante accusa di violenza sessuale. Protagonista della vicenda un rumeno di 24 anni, da anni residente in città, che nella notte tra il 22 e il 23 gennaio 2011 viene bloccato dai carabinieri, chiamati da una connazionale. La ragazza, all’epoca dei fatti badante in un paese della Valle Elvo, nel cuore della notte era uscita dall’abitazione del giovane e aveva chiamato il 112. Alla pattuglia aveva raccontato di essere stata molestata e palpeggiata. Il ragazzo era stato subito arrestato. I suoi difensori, gli avvocati Giovanni Rinaldi e Ugo Fogliano, avevano scelto di andare a dibattimento, svolgendo nel contempo indagini difensive. «Abbiamo scoperto che i due si conoscevano da tempo e che spesso si erano intrattenuti in alberghi della zona. Quindi, in udienza, la credibilità della parte offesa è saltata. Inoltre, a sostenere l’accusa erano soltanto le parole della presunta vittima. Non c’erano altre prove. Pertanto siamo riusciti a smontare l’intero castello accusatorio e a ottenere l’assoluzione per non aver commesso il fatto».

Vai all’articolo La Stampa

Comments are closed